Atir all’estate Sforzesca | Di a da in con su per tra fra Shakespeare 16 giugno ore 21.00 | Roba minima s’intend! 18 luglio ore 21.00

chevron-right chevron-left

Nello scenario suggestivo e avvolgente, carico di storia e di fascino, del Cortile delle Armi al Castello Sforzesco si dipana il ricco programma dell’Estate Sforzesca 2017.

Atir sarà presente con due speciali appuntamenti:

  • venerdì 16 giugno ore 21.00 “Di a da in con su per tra fra Shakespeare” di e con Serena Sinigaglia/ con Arianna Scommegna e Mattia Fabris

Di a da in con su per tra fra Shakespeare è la storia di un amore. Il mio amore per Shakespeare. E’ una storia irriverente e forse anche un po’ stupida, ma l’amore, si sa, è cieco. E’ la storia di come io e Shakespeare ci siamo prima odiati e poi amati pazzamente. E’ la storia della mia giovinezza e del mio mestiere. E’ la storia di come sono arrivata a mettere in scena, appena ventenne, Romeo e Giulietta e Re Lear. E’ la storia di una prima volta, la prima volta che scoprivo quanto vicina e toccante può essere la parola di un poeta, quanta concreta semplicità, quanta vita dentro le sue storie…Quanta parte di me dentro i suoi versi. Trattandosi di un argomento così personale, ho deciso di essere io stessa in scena a “raccontarlo”, cosa piuttosto inusuale per me, che normalmente sto fuori a dirigere. Chiedo sempre a chi dei miei attori è libero da altri impegni, di aiutarmi a rendere più fruibile e divertente il tutto. E così, di volta in volta, la conferenza si anima della “partecipazione straordinaria” dei miei attori, che per altro hanno praticamente condiviso con me tutto quello di cui vado a raccontare.”
Serena Sinigaglia

  • martedì 18 luglio ore 21.00 “Roba Minima S’intend! Concerto Malincomico” di e con Stefano Orlandi/ alla chitarra Massimo Betti/ al contrabbasso Stefano Fascioli/ alla fisarmonica Giulia Bertasi

Lo spettacolo-concerto è un percorso di musica, parole, immagini, intorno alla figura del cantautore milanese Enzo Jannacci e della Milano che egli ha raccontato nelle canzoni fin dagli anni ’60. Jannacci è stato sempre dalla parte degli ultimi, dei balordi, li ha cantati con il cuore in gola, nei suoi versi c’è la speranza che non si arrende. Canzoni comiche e malinconiche, ovvero malin-comiche. Le canzoni sono introdotte, seguite, contaminate dalle parole di alcuni autori milanesi che, per assonanze logiche e illogiche, danno vita a una carrellata di personaggi eccentrici, surreali, timidi o inquieti, ma sempre densi di quella umanità semplice e schietta di cui erano ricche le periferie popolari e le case di ringhiera della Milano negli anni 50-60. Si va da Beppe Viola passando per Walter Valdi, si incontra la periferia milanese raccontata da Giovanni Testori per giungere alla poesia di Franco Loi.

 DOVE: Castello Sforzesco, Cortile delle Armi Piazza delle armi Piazza Castello, Milano – MM1 Cairoli, MM2 Lanza

Prezzo unico 10€.

ACQUISTA I BIGLIETTI PER QUESTI SPETTACOLI >

BIGLIETTERIA: il giorno stesso dello spettacolo dalle ore 20.15 presso il Castello Sforzesco, Piazza Castello (ingresso Torre del Filarete), oppure al botteghino del Teatro Ringhiera in orario di biglietteria. Vedi orari estivi>>>

Tel. 02 84892195/prenotazioni@atirteatroringhiera.it

www. comune.milano.it/Estate2017

 

 

Share
PUBBLICATO IL 20 giugno 2017