Caricamento Eventi
da mercoledì 07 settembre 2016 a domenica 11 settembre 2016

MITO Settembre Musica 2016

Categoria Evento:

 

INTRODUZIONE7 Settembre10 Settembre11 Settembre
Unico nel panorama dei grandi festival internazionali MITO SettembreMusica si svolge specularmente e simultaneamente in due grandi metropoli, Torino e Milano, città che già vantano realtà musicali di antica e consolidata qualità e tradizione.
La sfida del Festival, che quest’anno si presenta con un tema unitario – Padri e figli – è duplice: da un lato offrire al pubblico programmi ed esecuzioni appositamente studiate, se non addirittura commissionate per aderire al tema prescelto; dall’altro coinvolgere tutte le forze, le migliori compagini musicali delle due città, in un proficuo e reciproco scambio che porterà, per esempio, l’orchestra del Regio a suonare alla Scala e viceversa, in un ideale abbraccio fra le due tradizionali istituzioni e il loro pubblico.
Le caratteristiche che hanno reso MITO SettembreMusica un festival di grande successo e notorietà internazionale sono un prezioso patrimonio da salvaguardare.
Dunque, pur nella naturale evoluzione del format che quest’anno – il decimo dalla sua istituzione – cambia governance, direttore artistico e – su Milano – anche gestione organizzativa, sarà nostro interesse e cura mantenerne vivi i tratti distintivi: la presenza nelle grandi sale da concerto e nei teatri di tradizione, ma anche in auditorium e chiese, oltre che in luoghi non convenzionali e più decentrati della città, i prezzi ridotti e un gran numero di concerti gratuiti per raggiungere un pubblico il più possibile eterogeneo e trasversale. Per questo, al tradizionale entusiasmo e all’informalità nell’accoglienza, aggiungeremo una breve guida all’ascolto, utile per i giovani e per tutti coloro che vorranno seguire, attraverso questo fil rouge, il passaggio da un brano all’altro di questo cartellone concertistico in verticale.
Ci piace, poi, pensare al Festival come a un’ulteriore occasione di ampliamento dell’offerta turistica per due città che sono già così attrattive dal punto di vista culturale e così pronte dal punto di vista ricettivo: i tanti turisti che le visitano, così come il pubblico di appassionati che ama andar per festival, potranno trovare in Italia, sul finir dell’estate, un’offerta articolata, valida e attraente.
Fiduciosi di poter rinnovare anche in questa edizione il festoso, emozionale, coinvolgente clima di festa della musica come nutrimento dello spirito e stimolo a un fattivo e positivo dibattito delle idee, auguriamo a noi tutti: buon Festival MITO SettembreMusica 2016!
Anna Gastel
Presidente di MITO SettembreMusica

ore 21
IN VIAGGIO CON MARIO BRUNELLO

Il violoncellista ha suonato spesso in Oriente. Lo ha fatto in sale da concerto da sogno, con acustica perfetta e maniacale cura del dettaglio. Ora ha deciso di raccontare la sua esperienza, proiettando le immagini degli auditorium ed eseguendo alcuni dei brani solistici che hanno risuonato nei diversi spazi.
Johann Sebastian Bach – Suite per violoncello solo n. 1 in sol maggiore BWV 1007
Gaspar Cassadò – Suite
Mieczysław Weinberg – Sonata n. 1

Mario Brunello, violoncello
In collaborazione con Antiruggine
Ingresso gratuito

ore 16
IL GIORNO DEI CORI

Eva Ugalde – Ave maris stella
Ivo Antognini – Agnus Dei
Javier Busto – Laudate Dominum
Miklós Kocsár – Salve Regina
Joseph M. Martin – Come to the music
Albert Alcaraz Pastor – Nunc dimittis
John Leavitt – Festival Sanctus
Il Concerto delle dame genovesi
Silvia Derchi, direttore

Erika Budai – De bello gallico
Benjamin Britten – This little babe
Bob Marley, Fabrizio De André, Carlo Pavese – War/La guerra di Piero
Gioachino Rossini – Duetto buffo di due gatti
Thomas Jennefelt – Virita criosa
Lorenzo Donati – Col canto
Improvvisazione – Spiritual improvisation
Houston Bright- Dawn
Kurt Bikkenbergs – This we know
Noa – Keren or
Piccoli Cantori di Torino
Carlo Pavese, direttore
Gianfranco Montalto, pianoforte

ore 21
CABALA SONORA

Nel 1994 Osvaldo Golijov ha composto un brano ormai imprescindibile nel repertorio per clarinetto e archi. Ricco di citazioni dal mondo ebraico, esplicitamente ispirato alla musica klezmer, è un viaggio appassionante tra i pensieri e le fantasie del mistico medievale Isacco il cieco.
Johannes Brahms – Quintetto in si minore per clarinetto e archi op. 115
Osvaldo Golijov – Dreams and Prayers of Isaac the Blind
Hugo Ticciati – Improvvisazioni su Sonate e Partite di Bach

O/Modernt Chamber Ensemble
Hugo Ticciati, Priya Mitchell, violini
Lilli Maijala, viola
Julian Arp, violoncello
Christoffer Sundqvist, clarinetto
In collaborazione con Festival O/Modernt di Stoccolma
Ingresso libero e gratuito.

Per informazioni: biglietteriamito@ipomeriggi.it | tel. 0287905201

Per conoscere il programma generale e per info e contatti

Share