Caricamento Eventi

Per una donna

chevron-right chevron-left

di Letizia Russo | regia Manuel Renga | supervisione artistica Serena Sinigaglia | con Sandra Zoccolan | scene Stefano Zullo | luci Roberta Faiolo | produzione ATIR | con il sostegno di NEXT 2014

PRESENTAZIONERASSEGNA STAMPATRAILER
La storia di un desiderio inaspettato che investe la vita di una quarantenne dalla vita normale, troppo normale. Sposata con un uomo che la rispetta e la ama, scopre con tremore che esiste la possibilità di vivere, per una volta nella vita, un momento di abbandono totale al desiderio per un’altra donna.
“Un luogo accogliente, una casa, regno di una quotidiana serenità per una donna, la protagonista di questa vicenda che si trova, ormai troppo spesso, a parlare con l’altra sé. Quattro mura che sanno tutto.
Argomento del discutere è una rottura, un varco che potrebbe crearsi nella sua vita, un’apertura al desiderio e alla vita pulsante di cui da troppo tempo non sente il profumo.
A irrompere nella vita è però un’altra donna; una donna di cui non sa nulla se non che le fa vibrare corpo e anima. Come può cambiare la vita della nostra protagonista “per una donna”? E soprattutto può cambiare o no? Quali sono i pro e i contro? Meglio segnarli tutti, scriverli, fare un calcolo preciso perché da questo calcolo dipende il futuro. E poi eventualmente bruciarli.
Nella forma di un dialogo con se stessa, tanto semplice quanto estremamente profondo, si scava nell’animo di questa donna, si lascia andare, solo l’immaginazione, verso altri luoghi, altri mondi, altre sensazioni.
Si immagina l’irrealizzabile.
Ma è così irrealizzabile questo incontro? Solo capendo quale delle due parti di sé avrà la meglio, la nostra protagonista potrà prendere una decisione.” Manuel Renga
“Manuel Renga, attore e regista, con sensibilità e magia, dona al testo i toni di una favola metropolitana raccontata al microfono come in un radiodramma. Un groviglio di suoni e parole, un groviglio di emozioni e sentimenti inespressi come i cavi rossi ai piedi della protagonista. Sandra Zoccolan interpreta con forza e grazia la donna di questo racconto che lotta tra desiderio di liberà e timori morali”.
Dramma.it

 

Share