ON AIR NEWS
atir-stella-2024-cover

La prima stella della sera "Buone notizie!" - Rassegna teatrale sull'informazione

V edizione – 25 giugno > 30 giugno 2024

ATIR presenta, per la quinta estate consecutiva, la rassegna teatrale La prima stella della sera.
La manifestazione è diventata a poco a poco un appuntamento fisso dell’estate milanese e avrà luogo, ancora una volta, nel suggestivo cortile della Chiesa di S. Maria alla Fonte nel parco Chiesa Rossa (Municipio 5) grazie all’ospitalità dei Frati Minori Cappuccini.
Nata nell’estate 2020, per dare un segno di ripresa dopo il primo lock-down, la rassegna vuole valorizzare l’importanza dell’incontro dal vivo, del fare comunità nel cuore dei quartieri Stadera/Chiesa Rossa, territori in cui ATIR opera da più di dieci anni e che, mai come adesso, necessita di luoghi di aggregazione e di proposte culturali, capaci di essere al contempo popolari e di qualità.
Fin dalla prima edizione la rassegna è patrocinata dal Municipio 5. Il tema che guida l’iniziativa di quest’anno, attraverso la programmazione di spettacoli e di una serie di eventi collaterali, è l’informazione.

«Non abbiamo mai avuto più informazioni di adesso, ma continuiamo a non sapere che cosa succede.»
(Papa Francesco)

L’informazione è un tema che ci sta molto a cuore. Oggi, grazie a telegiornali, reti televisive all news, quotidiani cartacei, piattaforme social e motori di ricerca su internet possiamo accedere ad un numero straordinario di notizie. Ma siamo veramente informati? La quantità non è quasi mai sinonimo di qualità. Cosa significa realmente essere informati?

La quinta edizione della rassegna estiva di ATIR La prima stella della sera propone una programmazione legata a questa complessa e importante tematica.
Dal 25 a 30 giugno 2024 ore 19.30 (ora dell’imbrunire), ogni serata sarà aperta da un/a giornalista di fama nazionale, che aprirà con una cartolina dedicata, dialogando col pubblico su diversi temi di grande interesse.
Seguiranno spettacoli, incontri, mostre, presentazioni, cene sociali e laboratori.
Ogni spettacolo, partendo dal racconto di un fatto realmente accaduto, cercherà di accendere luci e aprire riflessioni su argomenti che la dimensione della narrazione dal vivo permette di ascoltare con un tempo meno frenetico rispetto ai consueti mezzi di informazione.
Come nelle precedenti edizioni, la cornice dell’evento sarà il cortile della Chiesa di S. Maria alla Fonte all’interno del convento dei Frati Minori Cappuccini. Ma da quest’anno diventa luogo di alcuni appuntamenti anche la Biblioteca Chiesa Rossa, vitale polo culturale del quartiere.

Gli artisti invitati per questa edizione sono tutti professionisti di eccellenza che condivideranno con il pubblico storie importanti e attuali: Federica Fabiani, Simone Faloppa, Livia Grossi, Alessandro Lussiana, Rossana Mola, Rita Pelusio, Diego Piemontese, Massimo Somaglino e Simone Tudda.

I giornalisti ospiti saranno invece Piero Colaprico, Alessandra Coppola, Roberto Festa, Gad Lerner, Luca Misculin e Benedetta Tobagi. 

Il palinsesto prevede un viaggio attraverso diverse possibili declinazioni del tema dell’informazione:

  • * martedì 25 giugno:
    Cartolina di Luca Misculin
    “Nonostante voi – storie di donne coraggio”
    della giornalista/attrice Livia Grossi, musica dal vivo di Andrea Labanca, foto di Alex Majoli, Alberto Roveri, Jacopo Barsotti, Emiliano Boga, primo spettatore Gigi Gherzi, con il patrocinio di Amnesty International
    Il valore della donna come individuo al di là dei tradizionali ruoli sociali di madre, moglie e figlia. Il diritto di esistere e il prezzo che si paga. Un viaggio tra parole e musica che s’interroga sull’identità individuale e pubblica, sull’informazione e la sua reale condivisione.
 In scena riflessioni e testimonianze di donne italiane e straniere, e un ironico monologo sui requisiti necessari per ottenere la Carta d’identità di Donna. Storie di resistenza al femminile raccolte sul campo da Livia Grossi, giornalista del Corriere della Sera, qui proposte in un unico reportage teatrale, pagine di Giornale Parlato. Un reportage in continuo aggiornamento.
  •  
  • * mercoledì 26 giugno
    Cartolina di Benedetta Tobagi
    “Il ballerino e l’ideale” – di e con Simone Faloppa, in collaborazione con Rita Pelusio e Domenico Ferrari
, consulenza coreutica Valentina Bordi, 
scene di Claudio Cremonesi
,  vestiario e ambienti sonori Circolo Alekseev
, disegno luci  Massimo Mennuni
, datore Lorenzo Crippa,  foto Elisa Nocentini e Umberto Terruso, con il sostegno di 
PEM-Habitat Teatrali
, Centro di Residenza della Toscana (Armunia-Capotrave/Kilowatt)
, Campo Teatrale/UNPROTECTED, Milano, grazie a Francesca Biffi, Luca De Marinis, Umberto Terruso, Giulia Viana
    Venerdì 12 dicembre 1969 l’Italia del BOOM finisce… col botto. L’odissea giudiziaria di 5 ragazzi anarchici ritenuti, senza processo e in assenza di prove, colpevoli perfetti della strage di piazza Fontana. La costruzione a tavolino premeditata e farsesca di un capro espiatorio mediatico, Pietro Valpreda. Una storia che, 55 anni dopo, con modi e modalità differenti, continua a ripetersi.
  •  
  • * giovedì 27 giugno
    Cartolina di Roberto Festa
    “Ken, storie da uomini senza c***”, stand-up comedy di e con Diego Piemontese.
    Cosa vuol dire essere uomini? Come si fa a essere uomo senza un c_ _ _ _? (un cuore, un colon, un caffè). Diego Piemontese, porta in scena dubbi, contraddizioni e altre amenità sul tema.
  •  
  • * venerdì 28 giugno
    Cartolina di Alessandra Coppola
    “Giovinette. Le calciatrici che sfidarono il Duce”, tratto dal romanzo di Federica Seneghini e saggi di Marco Giani, regia di Laura Curino, con Rossana Mola, Federica Fabiani e Rita Pelusio, collaborazione artistica Marco Rampoldi, adattamento drammaturgico Domenico Ferrari con la collaborazione di Laura Curino, Rita Pelusio, scene e scelte musicali Lucio Diana, realizzazione costumi e assistente alla regia Francesca Biffi

    datore luci Valentino Ferro, co-produzione PEM Habitat Teatrali, Rara Produzione, con il sostegno di Fondazione Memoria della Deportazione e della Sezione A.N.P.I. Audrey Hepburn
    Sulla panchina di un parco di Milano, nel 1932, un gruppo di ragazze lancia un’idea, per gioco, quasi per sfida: giocare a calcio. Fondano il GFC (Gruppo Femminile Calcistico), la prima squadra di calcio femminile italiana. La loro diventa così una sfida al regime, alla mentalità dominante che vedeva nel calcio lo sport emblema della virilità fascista. Un’epopea raccontata con ironia e leggerezza da un trio di attrici che, mischiando comicità e narrazione, ci mostra come, pur a distanza di tanti anni e di tante battaglie, certi pregiudizi siano duri a morire e come la lotta per la libertà e i propri diritti passi anche attraverso lo sport.

  • * sabato 29 giugno
    Cartolina di Piero Colaprico
    “Nell’occhio del labirinto.
    Apologia di Enzo Tortora” di Chicco Dossi, con Simone Tudda, primo spettatore Renato Sarti, produzione Teatro della Cooperativa
    In scena il caso Tortora, esempio lampante di come la manipolazione delle informazioni affondi le sue radici più indietro nel tempo: testate autorevoli e firme di tutto rispetto hanno contribuito a questa grottesca macchina del fango basata su «pettegolezzi giudiziari», fiumi di calunnie imperniate sul “sentito dire”, cacce grosse allo scoop più bieco per dipingere una persona onesta come un mostro dalla doppia faccia.
  •  
  • * domenica 30 giugno
    Cartolina di Gad Lerner
    “Salam/Shalom: due padri”,
    lettura scenica con Alessandro Lussiana e Massimo Somaglino
    Uno spettacolo-testimonianza tratto da “Apeirogon”, lo straordinario libro che ha vinto il Premio Terzani 2022 dello scrittore irlandese Colum McCann. Due padri, l’israeliano Rami e il palestinese Bassam, sono uniti dallo stesso strazio indicibile: il lutto per la perdita delle proprie bambine uccise, ciascuna dalla guerra dell’altro. Due padri che trovano il coraggio di diventare uomini di pace, imbracciando come unica arma il loro comune dolore contro la tentazione della vendetta e la trappola dell’odio.

ATTIVITÀ COLLATERALI – partecipazione gratuita
*martedì 25 giugno
– tra le 17.00 alle 19.00 laboratorio radiofonico rivolto ai ragazz* (14-18 anni) a cura di Shareradio per capire come si struttura un intervento radiofonico.
Come si organizza una diretta: suddivisione dei compiti, scelta delle canzoni. A seguire riflessioni e momento di confronto sui temi della rassegna. Come i giovani accedono alle informazioni? Come attingere a un’informazione consapevole?
A conclusione del laboratorio intervista all’artista della serata e intervista agli spettatori.
Prenotazione consigliata scrivendo a info@atirteatroringhiera.it

– A conclusione dello spettacolo visita guidata alla chiesetta Santa Maria alla Fonte a cura del comitato Chiesa Rossa.

*25, 26 e 28 giugno, dalle 19.00 alle 21.30: attività laboratoriali a tema marionette per bambini a cura della Biblioteca Chiesa Rossa presso gli spazi della biblioteca. Un momento creatrivo mentre mamma e papà guardano lo spettacolo! Età 6-10 anni. Attività gratuita. Prenotazione consigliata scrivendo a info@atirteatroringhiera.it

* giovedì 27 giugno a conclusione dello spettacolo:
– Dialogo con Alex Mariani, responsabile gruppo T dell’Associazione BOA – Brianza Oltre l’Arcobaleno aps – e Irene Serini, attrice che ha portato in scena spettacoli su sessualità e identità di genere.
– Visita alla mostra “Celebrate Pride, be yourself be proud”, una mostra fotografica di Silvia Calderone  c/o Biblioteca Chiesa Rossa.

* mercoledì 26 giugno
Dalle 17.00 alle 19.00: laboratorio rivolto ai ragazz* (13-18 anni) su informazione e disinformazione, social e intelligenza artificiale a cura di Andrea Dambrosio, caporedattore Sky tg 24. Presso Biblioteca Chiesa Rossa.

– A conclusione dello spettacolo risottata benefica a cura dei Frati Minori Cappuccini.

*domenica 30 giugno
– Ore 12.30 cartolina di Stefano Ferri direttore di Il Sud Milano.
– intervento
“Giardino dei giusti” a cura dei Frati Minori Cappuccini e della Biblioteca Chiesa Rossa.
– Ore 13.00
Picnic sociale c/o portico della Biblioteca Chiesa Rossa a cura delle realtà del Parco (prenotazione consigliata scrivendo a info@atirteatroringhiera.it). Visita alla mostra “La nostra storia”, fotografie e documenti sul Parco Chiesa Rossa e la Biblioteca raccolte con il contributo di cittadini, associazioni della zona, archivi istituzionali.
Laboratorio teatrale per bambini, a cura di Chiara Stoppa e Daniela Arrigoni presso gli spazi dei frati minori cappuccini di Santa Maria alla Fonte. Attività gratuita. Primo turno dalle 15.30 alle 17.00; Secondo turno dalle 17.00 alle 18.30.
– A conclusione dello spettacolo risottata benefica a cura dei Frati Minori Cappuccini.

Inoltre:

– Saranno presenti i banchetti di Slow News, primo progetto in italia di slow journalism e La Revué Dessinée Italia, rivista di giornalismo a fumetti.
Alcune sere sarà presente anche il banchetto di Altroconsumo (sabato 29 e domenica 30 giugno) e Il Sud Milano, periodico d’informazione, organizzazione di consumatori.

– Tutti i giorni, presso gli spazi dei Frati Minori Cappuccini, sarà possibile visionare la mostra fotografica “Stati dell’Animo e oltre – Immagini dal Mondo” è il risultato di un lungo lavoro di ricerca che ha permesso di selezionare le immagini più emozionanti, scattate in missione a partire dagli inizi del ‘900.

ORARI ore 19.30 cartolina, a seguire spettacolo teatrale.

PREZZI SPETTACOLI
Spettacoli teatrali: posto unico 10,00€ + prevendita. I biglietti possono essere acquistati online o a botteghino la sera stessa dello spettacolo. No prenotazioni.
È vivamente raccomandato l’acquisto online.
ACQUISTO ONLINE: www.atirteatroringhiera.itwww.mailticket.it

SARA’ POSSIBILE ACQUITARE I BIGLIETTI PER GLI SPETTACOLI DA LUNEDI’ 10 GIUGNO.

INFO: tel. 02.87390039 – info@atirteatroringhiera.itwww.atirteatroringhiera.it

INDIRIZZO: Cortile Chiesa S. Maria alla Fonte c/o Parco Chiesa Rossa – ingresso Via S. Domenico Savio 3 Milano.
Lo spettacolo “Ken, storie di uomini senza c***” si svolgerà presso la Biblioteca Chiesa Rossa (di fronte al cortile di S. Maria alla fonte).

Con il patrocinio di

Marchio-Municipio5-small[1]MarchioComuneMilano-Verticale4Colori[1]

con il contributo di Mibac e Regione Lombardia

2560px-Logo-MiC.svg                 REGIONE LOMBARDIA

In collaborazione con Comunità dei Frati Minori Cappuccini di S. Maria alla Fonte
e con Biblioteca Chiesa Rossa, Comitato Chiesa Rossa e Micrô
LOGO FRATI-SANTA MARIA ALLA FONTE logo  SBM-Helvetica-esteso-diritto  LOGO COMITATO CASCINA CHIESA ROSSA 2 logo minimal

ATIR ha da tempo cominciato ad implementare una serie di buone pratiche finalizzate al rispetto dei criteri di sostenibilità ambientale, sia all’interno della propria struttura, che negli eventi rivolti al pubblico.

In particolare:

  • sensibilizziamo il pubblico ai principi del rispetto dell’ambiente, incentivando l’utilizzo di supporti digitali così da evitare il consumo di carta;
  • acquistiamo dai nostri fornitori stoviglie biodegradabili e compostabili;
  • nei luoghi della rassegna sono presenti diversi punti per la raccolta differenziata dei rifiuti;
  • facciamo uso di apparecchiature elettriche a basso consumo.

A.T.I.R. Associazione Teatrale Indipendente per la Ricerca (associazione culturale non riconosciuta) – sede legale e operativa via Montegani 7 – 20141 Milano
DATI FATTURAZIONE p.iva 11904500151 – cod. dest. WP7SE2Q – pec sdi-gif@pcert.it  CONTATTI  Tel. 02.87390039 info@atirteatroringhiera.it – cookie & privacy | rivedi consenso cookie

loghi-footer
Share
×